Potatura alberi

Potatura alberi

Quando si effettua un intervento di potatura bisogna sempre avere ben chiari gli obiettivi, che possono essere, tra gli altri:

Ogni albero si sviluppa in funzione alle condizione del terreno e del luogo dove si trova a vivere e secondo schemi geneticamente predefiniti, questo è un fattore fondamentale ai fini della potatura che, se eseguita correttamente e rispettando i giusti intervalli di tempo, permette all'albero di svilupparsi in maniera sana ed armoniosa.

Con la potatura si possono correggere tempestivamente eventuali difetti che nel tempo potrebbero trasformarsi in seri problemi di stabilità e per ottenere questo bisogna rivolgersi a personale esperto. La scelta del come e quanto potare è quindi strettamente legata all'età fisiologica dell'albero. La percentuale di chioma viva che è possibile rimuovere con la potatura senza arrecare danni all'albero è variabile con l'età della pianta: in alberi giovani si può arrivare fino al 40-50% di massa fotosintetica, mentre per gli alberi maturi bisogna porre maggiore attenzione perché i rami che portano vegetazione sono preziosi per l'equilibrio energetico.

Nel nostro paese pare però che chi più pota sia il più bravo, quando una minima conoscenza della tecnica di potatura dovrebbe portare a fare l'esatto contrario! Una cattiva potatura deturpa irreparabilmente la forma naturale della pianta, genera instabilità dei rami e squilibri nutrizionali, provoca penetrazione di funghi patogeni (carie, cancri, gommosi, tracheomicosi).
Il nostro consiglio è quindi quello di diffidare dalla potatura selvaggia pericolosa per l'uomo e per la pianta, e di agire nel rispetto delle esigenze dell'albero che si vuole potare.